Il meglio del Web
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio
Web Links


Ristoranti
Il sito dei Ristoranti in Italia. La selezione dei migliori ristoranti italiani. Dal Ristorante Romantico, al ristorante tipico, cerca quello più adatto alla tua serata
-
Olio d Oliva
OLIODOLIVA.INFO il portale dedicato all'olio d'oliva, con le caratteristiche, le varie tipologie e come apprezzarlo in tavola.
-
Gastronomie
Il sito delle Gastronomie in Italia. Cerca la Gastronomia più vicina a te
-
EcoGastronomia
L'ecogastronomia è la nuova filosofia alimentare che sostiene l'ecosostenibilità dei prodotti utilizzati in cucina: cibi biologici, tutela ambientale, prodotti locali a km zero
-
Champignon
CHAMPIGNON .IT: Le caratteristiche dei funghi Champignon, i più comuni nella cucina italiana, e alcune informazioni sul metodo di conservazione e sulla preparazione.


La storia del Vegetarismo

Il Vegetarismo nelle sue Origini

Al contrario di quanto si possa credere, le origini del vegetarismo non sono da ricercarsi solamente all'interno della cultura orientale: già nella cultura dei grandi filosofi classici ed in quella dei primi cristiani era molto diffusa l'idea di una dieta che escludeva il consumo di carne.

I motivi che spingevano questi pensatori ad una dieta simile erano molteplici, ma per la maggior parte si basavano su principi etici, morali e religiosi; gli stessi principi che ancora oggi spingono tante persone a privarsi della carne per dedicarsi ad una dieta più sana.

Molti riferimenti alla filosofia vegetariana si ritrovano anche in alcuni testi dell'antico Egitto e dell'antica Grecia, nelle parole di molti filosofi o guide spirituali ed anche nelle consuetudini  di pensatori occidentali a noi più vicini come Leonardo da Vinci, Rousseau o Albert Einstein.

Il primo vegetariano di cui si abbia notizia certa è il filosofo Pitagora, il quale, nella sua scuola, predicava il vegetarismo più stretto.

La filosofia che veniva seguita era quella della totale astensione dalle carni, in quanto 'esseri animati', al fine di raggiungere quel certo grado di purezza e di ascetismo necessario a liberare l'uomo dalla prigione del proprio corpo e di riacquistare quindi la propria condizione divina originaria.

Un interessante richiamo alla filosofia di Pitagora si ritrova in quella di Socrate; una famose frase di Pitagora infatti dice che finchè gli uomini avrebbero continuato ad uccidere gli animali, avrebbero continuato anche ad uccidersi tra di loro.

Socrate, pensando di aver trovato l'alimentazione ideale per gli uomini della città, spiega la mancanza della carne dalla dieta con una sequenza di ragionamenti che avrebbero anticipato i motivi ecologici del vegetarianesimo: per un'alimentazione onnivora si sarebbe avuto bisogno di molti più animali, quindi più pascoli; il che significava che la città avrebbe necessitato di più terreni e che, per procurarseli, sarebbe stato necessario invadere i paesi vicini scatenando guerre inutili.

Un altro grande storico greco si schierò dalla parte del vegetarismo attorno al secondo secolo dopo Cristo: Plutarco. Egli, a chi affermava di cibarsi di carne, rispondeva che se si pensa di essere nati per mangiare carne si sarebbe dovuto provvedere a procurarsela do soli e a mani nude, come ogni animale fa in uno scontro alla pari.

Si sarebbe dovuto uccidere solamente lo stretto indispensabile per la sopravvivenza e mangiarlo crudo, mentre è ancora vivo come fanno i veri mangiatori di carne 'naturali'.

E se tutto questo risulta disgustoso, allora perché, contro natura, ci si dovrebbe cibare di ciò che è animato?

Il vegetarismo è dunque una scelta di vita che nasce da una scelta e da una meditazione profonda in cui l'uomo e l'animale vengono messi sullo stesso piano in quanto creature animate.

Un ottimo esempio di questo pensiero, più semplice e lampante deriva da Leonardo Da Vinci: egli affermava che i nostri corpi divengono sempre più delle tombe per gli animali e profetizzava un giorno in cui gli uomini avrebbero considerato l'uccisione degli animali alla stregua dell'assassinio di un uomo.

Nel 700 secolo Benjiamin Franklin, celebre politico e scienziato, definiva il mangiar carne come un delitto ingiustificato.

Tra i vegetariani storicamente più vicini a noi, troviamo forse il più famoso esponente di questa filosofia: Mahatma Gandhi il quale sosteneva che la carne non fosse un alimento 'adatto' all'uomo.

Nel 900 anche Albert Einstein sostenne la causa del vegetarismo sostenendo che avesse effetti benefici sul temperamento umano e quindi avrebbe inciso positivamente sulla maggior parte dell'umanità.

ristorantivegetariani.it

Un piccolo portale che intruduce al mondo del vegetarismo, ne spiega la storia, la diffusione nei ristoranti, le differenze tra i vari tipi di vegetarismo, ed i pro e i contro di questa dieta
Argomenti

I Ristoranti Vegetariani
La storia del Vegetarismo
Le diverse diete Vegetariane e gli ingredienti
NEWS